Bacchetta di Sambuco, tutte le info

La bacchetta più potente: premessa

La bacchetta di Sambuco è in assoluto riconosciuta come la bacchetta più potente mai esistita nel mondo magico. Dotata di poteri incommensurabili ha più volte dimostrato di consentire al mago che la possiede di compiere opere straordinarie riuscendo addirittura a riparare altre bacchette. Nel corso degli anni successivi alla sua comparsa ha cambiato numerosi padroni. La bacchetta possiede una volontà molto forte riuscendo ad accettare come nuovo padrone soltanto colui che è riuscito a “sconfiggere” il precedente. Anche il più potente mago oscuro, tu-sai-chi, non è riuscito a farsi accettare dalla bacchetta sebbene le sue abilità magiche fossero eccezionali.

Bacchetta di Sambuco

La Bacchetta di Sambuco, i Doni della Morte

Come narrato ne La storia dei Tre Fratelli in Le Fiabe di Beda il Bardo, colei che ha creato la Bacchetta è la Morte in persona. Realizzata da un ramo di un albero di Sambuco e avendo come nucleo le crine di Thestral, la Morte ne fece dono ad Antioch, il maggiore dei fratelli Peverell con la garanzia che sarebbe stata la bacchetta più potente del mondo. La Bacchetta di Sambuco, anche conosciuta con il nome di “Stecca della Morte”, unitamente alla Pietra della Resurrezione e al Mantello dell’invisibilità fanno parte de I Doni della Morte. La storia narra che il possessore di tutti e tre gli oggetti sarebbe diventato il Padrone della Morte, colui che accetta la morte e non pretende una supremazia su di essa.

I padroni della Bacchetta

Da non confondere con i possessori, i padroni della Bacchetta, ovvero coloro che la bacchetta ha accettato senza resistenza, sono stati nel corso della storia 5.

Il primo, Gellert Grindelwald, rubò la bacchetta al noto fabbricante di bacchette Gregorovich. Grindelwald è l’unico mago noto ad aver ottenuto i favori della bacchetta senza sconfiggere il precedente possessore poichè deceduto. Di fatti quando la bacchetta entra nelle mani del mago oscuro è priva di ogni padrone.

Il secondo possessore è Albus Silente che sconfisse Grindelwald nel periodo in cui quest’ultimo stava causando terrore in Europa. Silente, successivamente Preside di Hogwarts ne rimane il possessore fino a quando non viene disarmato da Draco Malfoy poco prima della morte di Silente per mano di Severus Piton.

Per ultimo Harry Potter, ne ottiene la fedeltà disarmando Draco Malfoy un anno più tardi e salvandosi la vita quando, Lord Voldemort, usando la bacchetta di Sambuco lancia su di lui l’anatema che uccide. La bacchetta riconoscendo in Harry Potter il suo legittimo proprietario rifiuta di attaccarlo facendo rimbalzare l’incantesimo.

Successivamente la Bacchetta di Sambuco viene utilizzata per riparare la bacchetta di Harry e viene riposta nella tomba di Albus Silente.

La Bacchetta di Sambuco: due versioni Noble

Perfettamente fedele all’originale la bacchetta della linea The Noble Collection è interamente dipinta a mano e costruita in resina al 100%. La bacchetta di Sambuco è il pezzo da 90 di una collezione di Bacchette.

E’ disponibile in due versioni The Noble Collection. La prima in vendita su Amazon qui al prezzo di poco più di 32 euro è la versione della saga cinematografica Harry Potter.

La seconda in vendita su amazon qui è la versione della saga cinematografica Animali Fantastici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *